fbpx

Chi Siamo

Studio Legale Di Paola - Miele

Giuristi professionisti

Lo Studio Legale Di Paola - Miele, nasce da una idea di fondo - comune ai due coniugi titolari - ovvero dalla ferma convinzione che svolgere la professione di avvocato, oggi, ancor più nel nostro amato Sud, vuol dire qualcosa in più che “applicare il diritto”.
Decidere di essere avvocato e, soprattutto, un avvocato che possa “fare la differenza”, vuol dire essere sempre pronto ad ascoltare i bisogni dei cittadini, farsi portatori dei diritti dei più deboli, vuol dire “dare voce” (giudizialmente) a chi non ce l’ha.

In altre parole “scegliere” di essere avvocato, ben lungi dalla sete di “vil guadagno”, significa consentire alla gente, afflitta ed ormai sommersa dalle mille difficoltà del vivere quotidiano, di credere ancora che per quanto malandata, anzianotta e “claudicante” sia, esiste ancora la “Giustizia”.

avvocato acerra

Il Nostro Modello

I valori a cui ci ispiriamo

avvocato napoli benevento

Giurista, avvocato e santo. “Impossibile!” – esclamerebbero i più ad immaginare un unico uomo che racchiuda in se tutte queste “qualifiche”.
Invece no.
Noto ad ogni buon napoletano, Sant’Alfonso Maria De Liguori è stato autentico precursore di chi non fa questo “lavoro” tanto per vivere, ma vive per far bene questo lavoro.
Dove “bene” è sinonimo di “correttamente”.
In piena sintonia con questo assunto, Vincenzo Manzini affermava che “compito della norma giuridica è quello di stabilire un concreto legame con la morale”.
È così che lo Studio Legale Di Paola – Miele, sposando la fede cristiana, si propone di avere come punti di riferimento quelli che, a ragione, possono essere definiti i “ valori della tradizione non negoziabili”, tra i quali – senza dubbio alcuno – spiccano le “12 regole morali dell’Avvocato” di S. Alfonso De Liguori che qui di seguito testualmente ci si pregia di riportare.
1. Non bisogna accettare mai cause ingiuste, perché sono perniciose per la coscienza e del decoro.
2. Non bisogna difendere una causa con mezzi illeciti e ingiusti.
3. Non si deve aggravare il cliente di spese indoverose, altrimenti resta all’avvocato l’obbligo della restituzione.
4. Le cause dei clienti si devono trattare con quell’impegno con cui si trattano le cause proprie.
5. È necessario lo studio dei processi per dedurne gli argomenti validi alla difesa della causa.
6. La dilazione e la trascuratezza negli avvocati spesso dannifica i clienti, e si devono rifare i danni, altrimenti si pecca contro la giustizia.
7. L’avvocato deve implorare da Dio l’aiuto nella difesa, perché Iddio è il primo protettore della giustizia.
8. Non é lodevole un avvocato che accetta molte cause superiori a’ suoi talenti, alle sue forze, e al tempo, che spesso gli mancherà per prepararsi alla difesa.
9. La giustizia e l’onestà non devono mai separarsi dagli avvocati cattolici, anzi si devono sempre custodire come la pupilla degli occhi.
10. Un avvocato che perde una causa per sua negligenza, si carica dell’obbligazione di rifar tutti i danni al suo cliente.
11. Nel difender le cause bisogna essere veridico, sincero, rispettoso e ragionato.
12. I requisiti di un avvocato sono la scienza, la diligenza, la verità, la fedeltà e la giustizia.

I Profili

Avv. Giuseppe Di Paola e Avv. Cristina Miele

L'avv. Giuseppe Di Paola, si è laureato in Giurisprudenza LMG/01 con votazione di 103/110 presso l'Università degli Studi Federico II di Napoli, si è specializzato in Diritto Tributario, frequentando il Master di II Livello in Diritto Tributario.

L'avv. Cristina Miele, si è laureata in Giurisprudenza LMG/01 con votazione di 110/110 presso l'Università degli Studi Federico II di Napoli, ha conseguito il titolo di "Avvocato Specialista" frequentando il Corso di Specializzazione post lauream, per le professioni legali.
L’Avv. Miele si occupa di diritto civile, con precipuo riguardo al diritto di famiglia, diritto bancario, diritti reali, tutela delle custodie giudiziarie.

©Copyright 2019 :: Diritti riservati a avv. Giuseppe Di Paola - P.Iva: 07373641211 || Privacy Policy | Cookie Policy || web: La Partenografica